domenica 30 novembre 2008

Superman e il consumo acritico

Insomma che uno si distrae un attimo, che so, va a pranzo da amici a Grado, tanto per fare un esempio di una distrazione minima, e subito questo attivissimo governo provvede a varare misure fondamentali per il progresso del nostro paese.
Il motto è sempre lo stesso, lo ha detto e ridetto il bisunto premier: bisogna che gli italiani sostengano la ripresa economica non rallentando i consumi, e siccome pare che da soli non riescano in questa titanica impresa, nonostante i 40 euro mensili di social card, ecco che il governo intero si mette il pantacollant da superman e provvede.
E dato che il sistema più semplice per far si che gli italiani non smettano di consumare è impedirgli di imparare finalmente l'arte risparmio energetico, senza contare che è la cosa più efficacemente gestibile per decreto, è lì che i nostri supereroi hanno colpito.
La lista dei lungimiranti provvedimenti è lunga, ma basta leggere questo articolo di repubblica per farsene un'idea.
Insomma che se qualcuno pensava che l'Italia potesse in qualche modo mettersi al passo con gli altri paesi europei, quelli che hanno ancora un qualche genere di PIL, nonostante si occupino di produrre energia da fonti rinnovabili, e nonostante le incentivazioni ai cittadini perché usino le suddette fonti, beh, si è sbagliato di grosso.
E poi che cosa vogliamo ancora? Salvare l'Alitalia, fare il ponte sullo stretto, e magari occuparci anche di fonti rinnovabili?
Suvvia non disturbiamo il manovratore, consumiamo, come è giusto che sia per i bravi utenti, che il titolo di cittadini più non ci spetta.
Tanto poi Superman ci darà le centrali nucleari!

6 commenti:

Cicabuma ha detto...

"Non si comprende - dice il responsabile energia Edoardo Zanchini - la ragione per la quale si è deciso di cambiare un provvedimento che ha avuto un grande successo e che permetteva alle famiglie di risparmiare sulle bollette elettriche e termiche grazie alla possibilità di installare impianti solari termici, caldaie a condensazione, interventi di efficienza energetica. A meno di voler proprio limitare il ricorso a questo tipo di incentivi".
... e io aggiungerei - a meno che di non voler limitare il ricorso a questo tipo di energie... Ma perchè va sempre tutto dalla parte contraria rispetto a quello che la gente e il paese richiederebbe?

Ombraluce ha detto...

Ma perché va nella direzione che consente il massimo guadagno al padrone, no?

Mario ha detto...

Vi rendete conto, quando questo nostro stato speculi sulla povertà? 40 euro al mese, ma dico io è veramente opprimente quando loro hanno stipendi molto assai assai assai esagerati.
Volete capire che non esiste ideologia, ma solo potere vestito come una bandiera che gira dove gira il vento?
Volete capire che dobbiamo ribellarci a tante ingiuste leggi che opprimono la libertà dell’essere?
Alle prossime, proviamo a non votare nessuno e dopo le conseguenze si vedranno.
Grazie
Mario

Ombraluce ha detto...

Sulle conseguenze del non votare, o del votare scheda bianca, ha scritto uno stupendo romanzo Saramago: "Saggio sulla lucidità", e io sono completamente d'accordo con lui

Mario ha detto...

Potresti cortesemente spiegare la sintesi per chi non conosce questo saggio?
Grazie
Mario

Ombraluce ha detto...

Come dicevo il "Saggio sulla lucidità" non è un saggio, nonostante il titolo, ma un romanzo, e come tale va letto.
Ma siccome chi lo ha scritto non è un Luca Bianchini qualsiasi, ma saramago, contiene importanti considerazioni sulla società odierna e sulle sue pulsioni.
In altre parole, Mario, ti consiglio di leggerlo, ne vale la pena anche solo dal punto di vista del puro divertimento